Silvano Salvadori

Laureato in architettura nel 1972 all’Università di Firenze, ha seguito la specializzazione in Storia dell’arte all’Università di Bologna. Dopo due anni di borsista per il CNR, ha insegnato all’Istituto d’Arte di Pistoia Arte dei Metalli e dell’Oreficeria e al Liceo Virgilio di Empoli Storia dell’Arte fino al 2003, dove ha fondato l’indirizzo del Liceo Artistico. Contemporaneamente è stato docente all’Istituto Superiore Industrie Artistiche e poi per dodici anni Dirigente Scolastico. L’attività giovanile di pittore e scultore è continuata in una progettazione architettonica rivolta all’arredo urbano, chiese, parchi, restauri (come quello della Gerusalemme di San Vivaldo), monumenti a seguito di concorsi nazionali vinti. Oltre a numerosi articoli, saggi e testi teatrali, ha pubblicato libri su tematiche letterarie (il “Quaderno” di Dino Campana), artistiche (“Il mio Pontormo”), musicali (“Si riapra il sipario! “su l’Arlecchino di Ferruccio Busoni). Ha compiuto ricerche sulla cultura popolare del territorio empolese e di quello di Marradi e su alcuni personaggi più rappresentativi: lo scultore Dario Manetti, i musicisti Fanfulla Lari e Alfonso Dami ed ora lo scrittore Renato Fucini.