Nicola Baronti

Nicola Baronti è nato e vive a Vinci. Svolge la professione di avvocato, specializzato nell’ambito del diritto del lavoro e della previdenza sociale. Appassionato di storia locale e tradizioni popolari, nel 2007 ha promosso e coordinato il progetto culturale “San Pantaleo e Caterina” che ha visto riuniti a San Pantaleo i più importanti studiosi di Leonardo e, nel 2008, la manifestazione “Natale a Vinci e sul Montalbano. Tradizione e cultura della festa”. Innumerevoli le pubblicazioni di poesia e di saggistica, ha ideato e fondato L’Associazione Vinci nel Cuore! Ha ideato e dirige il sito web Li Omini Boni desiderano sapere e l’omonimo prestigioso premio giornalistico. Poeta affermato, è esperto delle tradizioni liriche giocose, a cui ha dedicato diverse pubblicazioni come “Befanate e scherzi in poesia (Sarnus). Quest’ultima affronta per la prima volta una forma poetica tradizionale del Montalbano, la “befanata”, il cui nome richiama la notte tra il 5 e il 6 gennaio in cui i poeti satirici e ironici si affrontavano in una specie di gioco di società. Lo scopo era raccontare in versi, perlopiù improvvisati, il paese e i suoi personaggi, che nell’occasione erano canzonati e descritti col linguaggio più dissacrante. Il volume tramanda e fa rivivere la tradizione poetica giocosa mediante vari testi antichi e moderni, dallo scherzo del Fucini agli ‘scherni patriottici’, dalle caricature agli stornelli, oltre a un apparato di rare fotografie d’epoca. Nel volume viene pubblicato per la prima volta lo scherzo epistolare in forma di lettera in versi di Fucini a Telemaco Signorini del 1875, custodita nei fondi della Biblioteca Nazionale di Firenze.