Buona la prima!

Buona la prima, verrebbe da dire. La prima serata in presenza del Festival Fuciniano, dopo i lunghi mesi invernali di iniziative on line e a distanza, dedicata agli inediti teatrali, non ha tradito le attese della vigilia. Nella magnifica cornice di piazza Guido Masi a Vinci, davanti ad un pubblico numeroso, rigorosamente rispettoso delle regole anti covid fra distanza, mascherine e igienizzazione delle mani, il professor Silvano Salvadori ha presentato il frutto delle proprie ricerche in vari istituti di conservazione documentaria nei quali ha scovato diversi manoscritti inediti, che tali rimarranno ancora per poco, visto che è in preparazione una pubblicazione sul tema. Sul palco Salvadori ha illustrato, accompagnato dalla magistrale presenza scenica dell’attore Andrea Giuntini che ha interpretato alcuni brani fuciniani, con dovizia di particolari vari testi inediti riferibili a diversi registri interpretativi di marca fuciniana. Un bel modo per celebrare l’inizio sul campo del Festival Fuciniano dell’anno del centenario della morte del poeta di Dianella. Alla serata erano presenti il sindaco della città del Genio Giuseppe Torchia e la vicesindaco con delega alla cultura Sara Iallorenzi.Oltre alle numerose iniziative già svolte e alla serata del 25 giugno, nell’ambito del la rassegna sono previste per adesso altre cinque date, dal 9 luglio (sempre a Vinci), fino al 19 novembre. Con tutta probabilità però ci saranno altre date in aggiunta, prima della fine dell’anno; intanto cominciamo a segnare la prossima, che si annuncia davvero scoppiettante: “Empoli svegliati!” questo il titolo che vedrà sul palco di piazza Guidi Nicola Baronti, avvocato e poeta nonché anima di Vinci nel Cuore, presentare insieme allo storico Francesco Bellucci numerosi epigrammi inediti del padre di Renato Fucini, David, anch’esso poeta, e dello stesso Renato. Molti con invettive contro gli empolesi. L’appuntamento è per il 9 luglio alle 21,30 in piazza Guidi a Vinci. Informazioni allo 0571933285 e su www.festivalfuciniano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *